Curiosità e tradizioni legate alla sposa
gennaio 31 , 2018 matrimonio moda-matrimonio

Curiosità e tradizioni legate alla sposa

Vi siete mai chiesti perché si lancia il bouquet, perché l’abito da sposa è, per tradizione, bianco o perché si dovrebbe indossare qualcosa di blu?
Sì?! Questo è l’articolo giusto! Leggetelo e preparatevi ad un tuffo nel passato!

 

Perché l’abito bianco?

Non tutti sanno che nel Medioevo per l’aristocrazia l’abito della sposa doveva rappresentare il potere economico della famiglia con la quale lo sposo si sarebbe legato. Proprio per questo motivo venivano scelti tessuti assai ricercati, pregiati e colorati. La prima ad indossare il bianco per le nozze fu Filippa d’Inghilterra nel 1406, poi ripreso anche da Maria Stuart il giorno delle nozze con Francesco II di Francia: stupì tutti con la sua scelta in quanto il bianco era, in tutta la Francia, il colore del lutto.

La vera entrata in scena dell’abito da sposa bianco però, si ebbe con la regina Vittoria nel 1840, che scelse questo colore per far risaltare il pizzo (la moda dell’epoca preferiva utilizzare stoffe con fili d’argento o d’oro).
In pochi sanno che la sua fu una scelta politica. Vittoria era reputata molto giovane ed inesperta, così, per avere il consenso del popolo, si spogliò delle stoffe più pregiate e dei gioielli più preziosi e optò per la semplicità.

Il suo abito, interamente realizzato in Inghilterra, divenne il suo modo di dare appoggio all’industria, che a quel tempo era in piena rivoluzione con la meccanizzazione del lavoro. L’abito da sposa della regina fu un tripudio di pizzo: solo per confezionare la gonna ci vollero 8 mesi e vi lavorarono 200 persone. Come copricapo scelse una coroncina di fiori di pesco e come gioielli una spilla con zaffiro, regalo del principe, orecchini con diamante e una collana.

 

Le 5 COSE che una sposa dovrebbe indossare nel suo grande giorno

1. Una cosa nuova

Solitamente, è l’abito la cosa nuova che la sposa avrà il giorno delle sue nozze ed è simbolo di ottimismo per la nuova vita che andrà ad abbracciare.

2. Una cosa prestata

L’oggetto vecchio, invece, simboleggia l’affetto di chi lo presta e dovrebbe essere dato da una persona che ha accompagnato – e accompagna anche in quel giorno – la sposa dal passato al futuro.

3. Una cosa regalata

Che sia un fermaglio o un braccialetto la sposa dovrebbe indossare una cosa regalata che simboleggi l’affetto delle persone care.

4. Una cosa vecchia

La cosa vecchia può essere un oggetto al quale la sposa è particolarmente legata e che la rappresenti e serve a ricordarle l’importanza del passato nel nuovo cammino che si appresta a intraprendere.

5. Una cosa blu

Ultima ma non per importanza, una cosa blu. Il motivo si perde nei tempi: pare fosse il colore delle spose giacchè simboleggiava la purezza, la lealtà la sincerità.

I Fiori d’arancio

I fiori d’arancio sono il simbolo del matrimonio per eccellenza. La storia lega questo fiore a Zeus: Gea, la dea Terra, gli regalò proprio un albero d’arance nel giorno delle sue nozze a simboleggiare prosperità e abbondanza.

fiori d'arancio

 

Perché si lancia il bouquet?

Per essere di buon auspicio, il bouquet dovrebbe passare per tre mani. La tradizione vorrebbe che fosse l’ultimo regalo che lo sposo fa, da fidanzato, alla sua amata e che poi la sposa lo doni o lo lanci alle invitate ancora nubili. Colei che avrà la fortuna di prendere tra le sue mani il bouquet, sarà la prossima a ricevere la proposta di matrimonio. Tutte in pole position ragazze.

Per organizzare il tuo matrimonio da favola in linea con le tendenze del momento COMPILA IL FORM a questo LINK o chiamaci 041909036

MATRIMONIO 2018. Ecco le nuove tendenze!
gennaio 24 , 2018 matrimonio moda-matrimonio

MATRIMONIO 2018. Ecco le nuove tendenze!

Entrati ormai nel 2018, non possiamo fare a meno di svelare i trend matrimonio per quest’anno: grande enfasi all’uso del colore, da accostare alle classiche nuances tenui e naturali.
Alziamo dunque il sipario e osserviamo da vicino tutte le novità!

Tendenze scarpe

Riflettori puntati sulle scarpe, l’accessorio che più solletica la curiosità delle invitate e che dovrà catturare l’attenzione nel momento in cui la sposa farà la sua prima apparizione. Dall’istante in cui la bella scenderà dall’auto saranno loro le protagoniste e dovranno esserlo durante tutta la festa: quando la sposa alzerà il vestito per salire le scale, quando scostera delicatamente il vestito lungo la navata o, ancora, quando lo farà svolazzare con disinvoltura per ballare.

Saranno colorate, con un tocco di luce dato dall’utilizzo di Swarovski; super approvati oro e argento, i colori più cool, ma via libera anche al rosa e al laminato. Per chi non volesse osare, la tonalità potrà essere appena più intensa rispetto all’abito e lievemente in contrasto.

Sandali e dècolletè a punta con tacco rimarranno sempre tra le calzature più richieste ma per chi volesse una scarpa bassa potrà optare per un modello Mary Jane a punta tacco 5 o una ballerina modello Chanel: fondamentale sarà non tralasciare il tocco di luce.

Tendenze abito

La scelta dell’abito da sposa, resta sempre il momento più emozionante per la futura sposa.
Dal momento in cui viene fatta la proposta di matrimonio, il pensiero che più fa battere il cuore è la ricerca dell’abito giusto che, un po’ come la scarpetta di Cenerentola, dovrà calzare alla perfezione. Esiste un abito là fuori che attende paziente la sua proprietaria e credetemi, non ci si può sbagliare.

La parola chiave quest’anno è ROMATICA. Saranno abiti dalle linee piuttosto semplici, il pizzo continuerà ad essere presente assieme al tulle ma con qualche dettaglio particolare: dopo tanto tempo, sarà l’anno del grande ritorno dei fiocchi.
Il “total white” resterà sempre IL colore, immortale ed elegante, in tutte le sue sfumature. Tuttavia, per chi volesse differenziarsi un po’, verranno del tutto sdoganati il rosa tenue e il cipria.

Tendenze location e mood

Sempre più richiesto il matrimonio all’aperto e quindi avremo ancora lo stile shabby chic, vintage, provenzale, country chic o boho chic.
Il boho chic, che nel suo mood rievoca il mondo hippy e il suo intamontabile Peace&Love, è uno stile giovane ed informale ma senza tralasciare dettagli ricercati, per rendere unico e personalizzato il grande giorno.

Tendenze hair & make-up

I capelli dovranno essere curatissimi, sono il completamento del look del sposa. Saranno semplici, raccolti in trecce voluminose, oppure con chignon, code alte o onde morbide. Si potranno inserire fiori freschi o accessori con brillantini, per dare un tocco di luce. Addio ai capelli lunghi e lisci, senza volume!
Per quanto riguarda il make-up, un sofisticato nude look è garanzia di eleganza. Aggiungendoci un lipstick rosa o pesca con una texture cremosa donerà volume e definizione alle labbra. Si potrà quindi enfatizzare ulteriormente con un gloss anche trasparente sull’arco di cupido, al centro del labbro superiore.

Per organizzare il tuo matrimonio da favola in linea con le tendenze del momento COMPILA IL FORM a questo LINK o chiamaci 041909036

Professione wedding planner
gennaio 17 , 2018 matrimonio

Professione wedding planner

Spesso quando parlo con le persone che mi chiedono che lavoro faccio, la loro prima esclamazione è, “Wow! Che lavoro meraviglioso!”. Io rispondo con un sorriso… Sì, il mio è VERAMENTE un lavoro meraviglioso! Diciamoci la verità: ogni donna nasce e cresce con il sogno di indossare l’abito bianco e di camminare verso l’uomo dei propri sogni.

Un destino già scritto…

Ricordo benissimo la prima volta che vidi, passeggiando con mia madre, l’arrivo di una sposa davanti ad una chiesa. Ero piccola – avrò avuto quattro anni – e il mio cuore si riempì di gioia: non potei fare a meno di restare incantata dalla meravigliosa principessa che scendeva dall’auto con il suo splendido vestito bianco. L’amore dei famigliari e di tutti coloro che la stavano attendendo si riusciva a sentire nell’aria. Penso che, proprio in quell’occasione, la mia strada fosse già, inconsciamente, segnata.

sposi fuori dalla chiesa

L’incontro con gli sposi

Quando incontro una coppia di sposi per la prima volta, amo cogliere le emozioni dietro i loro gesti, i loro sguardi e mi sento molto fortunata nel poterli aiutare, passo dopo passo, nella realizzazione del loro sogno.
Contrariamente a quanto si pensi, non sono solo le spose ad essere emozionate. Lo sguardo dei futuri sposi quando chiedo, “Come le hai chiesto di sposarla?” dice tutto: sorridono, guardano negli occhi la loro compagna che dolcemente ricambia. Appaiono romanticamente nervosi e teneramente imbarazzati: l’unica frase che mi viene sempre in mente è “e vissero tutti felici e contenti”.

mani incrociate sposi

E quindi… qual è il compito di una wedding planner?

Il mio compito è quello di riuscire a farli sentire sempre al sicuro, soprattutto la sposa che di norma è sempre quella più nervosa. Si inizierà con l’immaginare il matrimonio trovando “le fil rouge”, il tema che verrà utilizzato per il grande giorno; potrà essere un colore, una canzone… la cosa importante è che descriva e rappresenti appieno gli sposi. La seconda fase consisterà nella giusta scelta della location e dei fornitori, stando attenti a rimanere nel budget prefissato. La parola d’ordine è “NO STRESS”! Affidandosi a me gli sposi arriveranno al grande giorno sereni e tranquilli, penserò io a risolvere qualsiasi inconveniente e ad orchestrare il tutto ad arte.

Come riuscire a fare tutto questo?

Credo che la mia forza risieda soprattutto nel mio carattere: sono solare, positiva e calma (raramente perdo la pazienza). Inoltre, posso contare sul mio team che mi segue sempre in modo appassionato e su una solida rete di fornitori, con i quali collaboro da anni.

Amo il mio lavoro e amo soprattutto come mi fa sentire: sono “l’angelo custode” degli sposi, una definizione che adoro perchè mi è stata data proprio dall’amica di una sposa durante il ricevimento.