Curiosità e tradizioni legate alla sposa
gennaio 31 , 2018 matrimonio moda-matrimonio

Curiosità e tradizioni legate alla sposa

Vi siete mai chiesti perché si lancia il bouquet, perché l’abito da sposa è, per tradizione, bianco o perché si dovrebbe indossare qualcosa di blu?
Sì?! Questo è l’articolo giusto! Leggetelo e preparatevi ad un tuffo nel passato!

 

Perché l’abito bianco?

Non tutti sanno che nel Medioevo per l’aristocrazia l’abito della sposa doveva rappresentare il potere economico della famiglia con la quale lo sposo si sarebbe legato. Proprio per questo motivo venivano scelti tessuti assai ricercati, pregiati e colorati. La prima ad indossare il bianco per le nozze fu Filippa d’Inghilterra nel 1406, poi ripreso anche da Maria Stuart il giorno delle nozze con Francesco II di Francia: stupì tutti con la sua scelta in quanto il bianco era, in tutta la Francia, il colore del lutto.

La vera entrata in scena dell’abito da sposa bianco però, si ebbe con la regina Vittoria nel 1840, che scelse questo colore per far risaltare il pizzo (la moda dell’epoca preferiva utilizzare stoffe con fili d’argento o d’oro).
In pochi sanno che la sua fu una scelta politica. Vittoria era reputata molto giovane ed inesperta, così, per avere il consenso del popolo, si spogliò delle stoffe più pregiate e dei gioielli più preziosi e optò per la semplicità.

Il suo abito, interamente realizzato in Inghilterra, divenne il suo modo di dare appoggio all’industria, che a quel tempo era in piena rivoluzione con la meccanizzazione del lavoro. L’abito da sposa della regina fu un tripudio di pizzo: solo per confezionare la gonna ci vollero 8 mesi e vi lavorarono 200 persone. Come copricapo scelse una coroncina di fiori di pesco e come gioielli una spilla con zaffiro, regalo del principe, orecchini con diamante e una collana.

 

Le 5 COSE che una sposa dovrebbe indossare nel suo grande giorno

1. Una cosa nuova

Solitamente, è l’abito la cosa nuova che la sposa avrà il giorno delle sue nozze ed è simbolo di ottimismo per la nuova vita che andrà ad abbracciare.

2. Una cosa prestata

L’oggetto vecchio, invece, simboleggia l’affetto di chi lo presta e dovrebbe essere dato da una persona che ha accompagnato – e accompagna anche in quel giorno – la sposa dal passato al futuro.

3. Una cosa regalata

Che sia un fermaglio o un braccialetto la sposa dovrebbe indossare una cosa regalata che simboleggi l’affetto delle persone care.

4. Una cosa vecchia

La cosa vecchia può essere un oggetto al quale la sposa è particolarmente legata e che la rappresenti e serve a ricordarle l’importanza del passato nel nuovo cammino che si appresta a intraprendere.

5. Una cosa blu

Ultima ma non per importanza, una cosa blu. Il motivo si perde nei tempi: pare fosse il colore delle spose giacchè simboleggiava la purezza, la lealtà la sincerità.

I Fiori d’arancio

I fiori d’arancio sono il simbolo del matrimonio per eccellenza. La storia lega questo fiore a Zeus: Gea, la dea Terra, gli regalò proprio un albero d’arance nel giorno delle sue nozze a simboleggiare prosperità e abbondanza.

fiori d'arancio

 

Perché si lancia il bouquet?

Per essere di buon auspicio, il bouquet dovrebbe passare per tre mani. La tradizione vorrebbe che fosse l’ultimo regalo che lo sposo fa, da fidanzato, alla sua amata e che poi la sposa lo doni o lo lanci alle invitate ancora nubili. Colei che avrà la fortuna di prendere tra le sue mani il bouquet, sarà la prossima a ricevere la proposta di matrimonio. Tutte in pole position ragazze.

Per organizzare il tuo matrimonio da favola in linea con le tendenze del momento COMPILA IL FORM a questo LINK o chiamaci 041909036

Leave a reply